domenica 27 febbraio 2011

Etichette.


Come potete vedere dagli ultimi due post ho cominciato a mettere le etichette, così fa raggruppare meglio i temi trattati.

Per quanto possibile cercherò anche di fare un lavoro a ritroso.

Spero approviate. :)

Niente mini Lion.

Oggi sono entrato in possesso delle beta del nuovo sistema operativo della Apple, il famigerato Os X 10.7 Lion.

All'avvio dell'installazione mi viene visualizzato il messaggio che tale beta non può essere installata sul mio computer.

Penso subito che il problema si che io non sia uno sviluppatore registrato, anche se lo sono per iOS.

La mia illusione viene spezzata da una rapida ricerca che mi conferma che io non posso installare tale beta non per un problema di autenticazione, ma per un problema inerente al processore che monta il mio bel mini di inizio 2007.

Pare infatti che Lion supporti solo macchine a 64 bit, cosa che non è l'Intel Core Duo cuore del mio sistema.

Nessun dramma, vorrà dire che se proprio devo dopo 5 anni sarà il caso di pensionare a malincuore il mio fedele computer fisso, o che, molto più probabilmente, mi terrò questo leopardo delle nevi [Os X 10.6 Snow Leopard] e tanti saluti al leone.

Il tutto comunque verrà affrontato in seguito, perché tanto, a meno di ritardi, tale leone comincerà a ruggire solo in tarda estate.

Un saluto.

Regali moderni.



Io sono una persona che quando fa un regalo cerca, in caso non conoscessi esattamente i gusti o non sapendo cosa prendere ad una persona cara, di prendergli qualcosa che piace a me, un pò come prolungamento di me stesso affidato a qualcun'altro.

Tale abitudine forse mi è stata tramandata dal fatto che praticamente mai a casa mia si sono regalati i famigerati soldi per garantire al festeggiato di acquistare ciò che più gradiva.

Forse questa educazione mi ha portato a pensare che alcuni regali, vedi i soldi o anche beni di vario che ritengo "impersonali", ho sempre preferito donare un fumetto o un libro, con l'immancabile dedica in prima pagina.

Tutto questo per introdurre il fatto che oggi sono andato a spendere il buono acquisto che mi hanno regalato dei cari amici un paio di settimane or sono.

Sono partito in mattinata per il negozio e già pregustavo quello che avrei acquistato, pensavo alle ipotesi e alle combinazioni varie. Arrivato lì ho riassaporato il gusto fanciullesco del girovagare fra gli scaffali e poter scegliere quello che volevo fra tutto, facendomi affascinare dalle cose esposte e le novità che non conoscevo.

Alla fine sono uscito con i tre volumi mancanti [4, 5 e 6] del fumetto Scott Pilgrim e le ultime due fatiche Pixal in blu-ray: Up e Toy Story 3.

Insomma la sensazione di questa mattina mi ha fatto del tutto ricredere di questo tipo di regali, perché più che il bene in se ciò che veramente si dona è il sapore dell'esperienza vissuta.

Grazie amici. :)

mercoledì 23 febbraio 2011

La legge della giungla...



... non importa se pesi 160 chili, se in palestra [luogo che fino ad un mese fa avevi solo paura ad avvicinare] l'allenatore ti dice 2 minuti di cammino e 1 di corsa quando sei sul tapirulan, comincia a correre...

DAJE CAZZO! :)

Next stop Armadillo, TX...



In questi infausti giorni di dieta mi stò dedicando alla pornografia alimentare, passo il tempo a cercare e guardare su youtube tutto quello che vorrei, ma al momento è meglio che non ingerisco...

Fra i tanti filmato ho trovato questo locale ad Armadillo, Texas, dove si può gareggiare in una sfida personale contro una bistecca da oltre 2 chili, con tanto di countdown da 60 minuti e maglietta in regalo, oltre al fatto che la bistecca viene offerta, in caso di vittoria.

Io di per mio non prenderei parte a cose del genere, ma è ad Armadillo [in realtà Amarillo... :)] , la città che più ho amato in Red Dead Redemption, quindi come faccio a non mettere il tutto nella mia lista di cose da fare nel mio prossimo viaggio negli Usa? :)

domenica 20 febbraio 2011

L'indubbia utilità delle mail…



Oggi mi sono trovato a riflettere, nelle mie classiche elucubrazioni mentali, quanto in questo groviglio di tecnologia spesso inutile che ci affolla la vita ci siano cose effettivamente utili, non indispensabili, ma utili si.

Nel mio caso ad esempio nella E-Mail risiede uno strumento ottimo per mantenere contatti, sia commerciali che personali, con persone o ditte dall'altro capo del mondo, con la semplicità che intrinseca di un click di mouse.

Oltre a poter restare in contatto essa garantisce, a prezzi minimi, l'opportunità di provare a mettere il famoso piede nella porta in situazioni lavorative che probabilmente sarebbero impossibili, non solo per il tempo che ci metterebbe una lettera cartacea ad arrivare, ma anche pensando all'insicurezza del servizio postale, almeno quello italiano.

Insomma, sarò scontato, ma sinceramente fra le varie opportunità messe a disposizione oggi devo ammettere che ritengo la mail un'espressione di vera utilità, questo naturalmente a patto di non farsi prendere la mano.

sbertolin@yahoo.com

domenica 13 febbraio 2011

Giovani, bellissime e nude…


… sarò maschilista e, forse, bigotto, ma le preferirei così invece che brutte e cacacazzi…

... ma sono strano io...

venerdì 11 febbraio 2011

giovedì 10 febbraio 2011

Regali utili...


Diverse volte negli anni passati con l'avvicinarsi del mio genitliaco mi e' stato chiesto di che regalo avessi bisogno, al mio chiedere qualcosa di frivolo mi è stato risposto di optare invece per qualcosa che mi servisse davvero.

Ora quello che mi serve davvero è una Smart, mi sarà utile per non morire sugli autobus recandomi alla nuova sede, a non metterci un'ora e venti (UN'ORA E VENTI!!!) a percorrere un tragitto di meno di 8 chilometri, a ripararmi da pioggia e freddo ed a non essere in balia dei treni dei miei pochi, ma consueti, spostamenti fuori Roma.

Se davvero volete farmi un regalo questo è quello che mi serve, altrimenti meglio niente...

Grazie.

lunedì 7 febbraio 2011

Il tempo che vola...


È da un pò che non scrivo qualcosa di personale, tutto scorre veloce e non trovo mai un attimo per buttare giù due righe...

Ho cominciata ad andare in palestra e mi sono messo a dieta, nella prima settimana ho buttato giù sei chili, ma i primi sono sempre facili.
Non avendo mai frequentato una palestra non sapevo quanto bene facesse sentire, ma di certo non è tutto rose e fiori, ci sono volte in cui gli esercizi volano e volte in cui durano in eterno, comunque non mollo...

Il nuovo progetto cinematografico va avanti e stiamo concretizzando le ultime cose prima di cominciare le riprese, la palestra e la dieta l'ho cominciate per questo, l'unico vero impegno concreto ed importante che ho al momento...

Mercoledì cambierò cliente, tornando dov'ero esattamente 10 anni fa, nella speranza di trovare qualche stimolo in più...

Venerdì batterò in longevità Gesù Cristo, riflettevo oggi su quanto questo 33esimo anno mi pare durato un'eternità...

Per il resto tutto prosegue... vedremo come...

martedì 1 febbraio 2011

Aho, ma sete sempre er PD...


... ed io ho smesso de famme prende per culo da voi!