martedì 30 marzo 2010

[God of War] Quasi dieci giorni…

Negli scorsi giorni mi sono giocato e finito una delle trilogie più acclamate degli ultimi anni in ambiente videoludico, God of War, approfittando dell'uscita del terzo capitolo per PS3.

Che dire se non che la saga in questione è molto valida, con i suoi alti e bassi in ogni capitolo e parti più o meno riuscite pur restando sempre godibile e coerente con se stessa arrivando ad un lieto fine epico che si apprezza solo ripensando alla globalità dell'opera.

Se si vuole andare a trovare il pelo nell'uovo possiamo dire che capitolo dopo capitolo, pur perfezionandosi la giocabilità ed il comparto tecnico, non si raggiunge mai l'impatto del primo episodio, pur dovendo ammettere che il secondo è straordinariamente avvincente anche con le poche locazioni a disposizione ed il terzo appaga i sensi audiovisivi come pochi giochi in circolazione.

Insomma consiglio a chiunque di addentrarsi in quest'avventura, pur consapevole però che avrà bisogno di consumarla completamente per apprezzarla a fondo.

Io intanto mi dedico a Ratcher & Clank... :)

venerdì 26 marzo 2010

domenica 21 marzo 2010

Domenica è sempre domenica...



... divano, birretta e God Of War... che se pò volè de più? :D

martedì 9 marzo 2010

09.03.2010 - Mosceria…

Da un paio di giorni sono inchiodato a casa da quella che pare un'influenza intestinale con raffreddore e poca febbre. A condire meglio il tutto mi assilla un pò di depressione, cosa semi assurda in un periodo nel quale tutto sembra andare nel verso giusto.

Era da parecchio che non mi capitava e forse il tutto è legato ad un certo tipo di vita che già anni fa portarono a stati d'animo non proprio quieti. Probabilmente mi trovo di nuovo in condizioni simili, incastrato in un impiego che non accetto del tutto ed alla quale però non riesco a trovare soluzione e che quindi mi tocca sopportare.

Al momento mi basterebbe comunque risolvere i problemi fisici ed uscire da questo bozzolo di casa. :)

domenica 7 marzo 2010

[Heavy Rain] Piove...

Oltre una settimana fa mi sono concesso questa nuova fatica di Quantic Dream, in esclusiva PS3, ed oggi sono arrivato all'epilogo, a quanto pare uno dei molteplici, della storia principale.

Le vicende narrate sono incentrate su un serial killer che rapisce bambini ed il compito del giocatore sarà quello di investigare, ricoprendo il ruolo di diversi personaggi più o meno ispirati, su uno di essi.

Il gioco si sviluppa come una delle più classiche ed avvincenti avventure moderne, lasciando però al giocatore ben poca interazione e libertà nelle scelte da operare, rendendo il tutto riduttivamente spettacolare.

Con questo non voglio dire per nulla che sia una brutta esperienza, anzi, forse è uno degli esempi più audaci degli ultimi tempi, ma nello stesso tempo non riesco a non restare con l'amaro in bocca davanti ad un titolo, purtroppo, solo buono.

E consigliabile comunque a chiunque, anche solo per gustarne lo svolgimento serrato ed avvincente, con uno dei colpi di scena che mi ha stupito parecchio.

Insomma, archiviamo questo bell'esempio videoludico ed torniamo a goderci quel capolavoro che fu Fahrenheit.

Pane al pane, gioco al gioco...